Viaggio nel Destino

Dal 13 al 21 maggio 2017 all’associazione arte e cultura bolognese, La Corte di Felsina è in programma una serie di eventi correlati attorno ad un argomento affascinante che attraversa le vite di tutti noi: il destino.

Sabato 13   alle ore 17.30 si inaugura la mostra di arti visive “Viaggio nel Destino”. Saranno esposte le opere di dieci artisti italiani   che   raccontano il cammino della vita verso un futuro vicino o remoto concreto o intangibile, reale o spirituale.

Entrano così in gioco varie interpretazioni del concetto di viaggio che può essere inteso come scoperta di territori e culture, ma può essere pure un percorso mediatico ed interiore, alla scoperta di sé stessi, una scoperta che a volte può lasciarci sorpresi.

Il celeberrimo Socrate esortava l’essere umano: “Conosci te stesso”.

Mariantonietta Culot e Gianna Poppi, si cimentano nella tecnica dell’acquerello; per la sezione fotografia espone la potentina Patrizia Dresda insieme ai bolognesi Debora Goretti e Fabrizio Malaguti; Monica Musiani si presenta con una specialissima istallazione. Per la pittura sono in mostra i quadri di   Patrizia Villani, di Maria Luigia Ingallati, della bellunese Graziella Massenz (Nagra) e di Irene Manente (Mariquita): l’artista veneta, oltre   ad un significativo dipinto sull’ aspetto più intimo del destino, presenta un’opera tattile realizzata con materiali di recupero e dedicata, in chiave giocosa, alla sorte divinatoria.

In occasione del vernissage, sabato 13 maggio alle ore 17.30, la scrittrice Marta Lock presenta il suo nuovo romanzo edito da Talos ‘Dimenticando Santorini’: nell’indimenticabile isola, il destino sviluppa le sue trame in un crescendo di avventure che vedono protagonista la giovane Jade.

      Mercoledì 17 maggio alle ore 20: incontro con Maria Luigia Ingallati ‘Il Tarocchino Bolognese e le carte del    Destino’

Sabato 20 maggio alle ore 17: incontro con Daniela Barbisotti ‘Floriterapia di Bach- Le connessioni con il destino’

Anna Rita Delucca

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *