MASQUE – L’arte del  travisamento

 

Dal 18 al  26 marzo a  La Corte di  Felsina si può visitare la mostra  ‘Masque-L’arte  del  travisamento’ .

 

 

Tredici  artisti  si  cimentano in  una sfida tematica assai affascinate:

Claudio Bandello, Anna Rita Barbieri, Paolo  Bassi, Giacomo De Troia, Anna Maria Guarnieri, Liscivia Bruciatura Chimica (Andrea  Tabellini), Irene Manente, Muryan (Pasquale Celano), Giovanna Ragazzi, Martina Santarsiero, Nicoletta Spinelli, Giorgio Storchi, Anneke Van Vloten

Il termine ‘TRAVISARE’ nella lingua  italiana ha una connotazione particolare: far apparire  qualcosa in modo  diverso  dal  vero…

Per  MASQUE  s’intende una forma di rappresentazione teatrale di corte che comparve nel XVI e primo XVII secolo in Europa. Nella lingua  francese  invece  è la MASCHERA  vera e propria ,ossia  quel manufatto  che  si  indossa per  ricoprire il viso  e celarne il reale aspetto.

Ma se vogliamo unire le due accezioni  (italiana e francese) in un solo significato , otteniamo il  senso effettivo  di  questa mostra: quali  interpretazioni   si possono  dare, con   quanti stili  e   sfaccettature? Velare e disvelare, nascondere e lasciar immaginare, rivelare ed ingannare, trasformare la realtà, sottintendere  l’idea come in un divertente scioglilingua: ciò che  sembra non è  sempre ciò che è /Ciò che è non è  sempre   ciò che  sembra.  Miriadi di fantastiche invenzioni   per    non stancarci mai di  mandare in scena  l’eterno  atto della commedia  umana.

Al vernissage(sabato  18 marzo  alle ore 17.30) si potrà assistere alla performance di  invecchiamento del viso  eseguita  dalla truccatrice  teatrale bolognese Claudia Calzoni e alla mini esibizione performante dell’artista  Liscivia Bruciatura Chimica

Anna Rita Delucca

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *