FUORI CONTESTO  Patrizia Pacini Laurenti

Sabato 11 maggio 2019, l’associazione d’ arte e cultura bolognese La Corte di Felsina inaugura la mostra personale dell’artista Patrizia Pacini Laurenti, che porta il titolo: Fuori Contesto. Una carrellata di circa, cinquanta opere che la pittrice/acquerellista, fiorentina, ha realizzato nell’arco di un trentennio, dal 1989 al 2019.

Nel corso degli anni, l’artista ha soggiornato in varie parti del mondo, tra cui la Francia, dove ha approfondito la tecnica dell’acquerello. In America, ha potuto conoscere gli stili d’avanguardia, il Precisionismo di Giorgia O‘Keffe e tutte  queste tappe, nello studio di molteplici correnti artistiche, mondiali, l’hanno condotta, poi, a crearsi un modus operandi del tutto personale, in particolare, prediligendo soggetti legati alle tematiche naturalistiche, scenari paesistici, fiori, frutti non convenzionali, un po’ metafisici, un po’ surreali, ma a volte, legati anche, a concetti cosmologici, spaziali ed universali che, grazie all’acquerello, mischiato, spesso, ad altre tecniche pittoriche, realizza con grande maestria.

Come non comprendere che il singolo è legato al tutto? Come non cogliere che la vita e la materia della natura sono legate alla vita e alla materia universali?

Le sue opere, spesso, sono il risultato di un gioco di composizione/scomposizione dell’oggetto dipinto ma, nel suo repertorio, non mancano le tematiche sociali, filosofiche o d’attualità che l’artista crea, con grande originalità, ogniqualvolta un evento tocchi le corde delle sue emozioni.

La mostra ‘Fuori Contesto’ presenta alcune serie di lavori su carta, che narrano di natura, cosmologia, attualità, storia, arte: ad esempio, la serie dedicata a Leonardo da Vinci, costituisce il nucleo più recente di lavori pittorici che Patrizia Pacini L. ha realizzato e che risale al 2018/19.

In esposizione, anche un gruppo di acquerelli dal titolo ‘Guerra’ in cui la protagonista -messa in primo piano- è una colomba che tenta di volare ma resta impigliata nel filo spinato. E ancora, il ciclo dedicato al cosmo, raccontato attraverso le simbologie legate alla natura e agli elementi   della terra.

Durante il periodo della mostra, che si svolgerà dall’11 maggio fino al 2 giugno, saranno organizzati alcun eventi correlati all’esposizione, il primo dei quali è programmato per sabato 25 maggio, ‘Musica da vedere: Bologna e l’arpa barocca’, un incontro artistico con il maestro liutaio, bolognese, Enzo Laurenti che parlerà della raffigurazione di questo straordinario strumento musicale, nella pittura bolognese, dell’antichità. Il secondo evento in programma, sarà realizzato giovedì 29 maggio e si parlerà dell’acquerello e della sua storia, nel corso dei secoli.

Anna Rita Delucca

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *