Home

Chi siamo

Contatti

Arte e ...

I nostri amici

Foto

 

 

I Nostri Amici

 

 

Isabella Belardi

Nasce a Roma il 24 novembre 1958 da madre napoletana e padre romano. Vive la sua infanzia nella casa di campagna di Roma, ereditando dal padre la passione per la terra e dalla madre quella per l’arte e la scrittura. Nel 1983 è 1° classificata al premio letterario nazionale per il racconto inedito “Antonio Faverzano” di S. Daniele Po (CR).

Il racconto è pubblicato nella raccolta del 1997 a cura del Gruppo Culturale “Al Dodas”, nella persona del Prof. Angelo Rescaglio. Nel 1992 pubblica con la Curcio il suo primo romanzo di genere letterario definito “rosa”, grazie al redattore capo Dott.ssa Chiara Desiderio che per prima credette in lei. Dal 1994 al 1999, ha continuato a pubblicare romanzi dello stesso genere con le edizioni Le Onde, fondate dalla stessa Chiara Desiderio. Da circa tre anni ha ripreso a scrivere. Racconti brevi di vario genere e sta meditando di trasferirsi di nuovo in campagna.

 

 

Sabina Niceforo

Nasce a Salerno nel 1970, ma vive a Castel San Pietro terme (BO) dal 2007. Laurea in Sociologia, due master post-universitari in Management della Comunicazione ed in Gestione Risorse Umane, dopo essere stata per anni responsabile di un ente no profit, dal 2004 decide di lavorare in modo autonomo per conciliare meglio la professione col meraviglioso mestiere di mamma.

Nel 2010 fonda l’associazione “Top Music” con la quale organizza laboratori di musical, dove usando musica, teatro e scrittura creativa, lavora con centinaia di giovanissimi (bambini ed adolescenti) e non! Ha sempre avuto la passione per la scrittura tant’è che scrive tutti i testi dei lavori messi in scena dai suoi allievi; canta e recita sin da bambina: attualmente si esibisce col quintetto vocale “Tippy Tay Swing”. Ha partecipato ad un solo concorso letterario (“Scritto in una notte” organizzato da Paolo Bassi a Castel S. Pietro t.) edizione 2010 al quale ha vinto il premio Simpatia per il suo racconto semi-serio su Adamo ed Eva.

 

 

Michele Ghibaudo

Nato a Cuneo negli anni ottanta, vorrebbe fare qualunque lavoro per poterlo trasporre, in maniera letteraria, su carta. Scrive da quando glielo hanno insegnato, intorno ai sei anni e non ha più smesso, tranne negli intervalli in cui fa altro ed in un periodo sabbatico preso tra l’età di quattordici anni a quella di trentadue anni. Ha deciso di ricominciare a scrivere perché non ne poteva più di volerlo fare senza farlo. Studia lettere moderne a Torino e non finisce, inizia scienze e tecnologie agroalimentari e non finisce, ringraziando riesce precedentemente a diplomarsi al liceo artistico “Ego Bianchi di Cuneo perché, a un certo punto, riescono tutti ad uscire dalle superiori.

Si è diplomato pure alle medie numero uno di corso Brunet e in un periodo antecedente ha frequentato, con alterni successi, la scuola elementare “Luigi Einaudi davanti ai Giardinetti. Scrive per esigenza vitale. Pensa che i computers siano la rovina del Mondo e spera di poter dire, un giorno: «il Mondo è la rovina dei computer». Ora scrive per la non-rivista on line “Margutte” (ipocritamente, vedi frase precedente), perché non hanno capito ancora chi hanno davanti. Gli piace esplorare la polvere, la luce, i profumi ecc … Ama osservare, per ore, le persone e raccontare i loro colori. Ricerca di continuo, in poesia, interazioni tra le varie forma d’arte e poesia. Sta scrivendo il suo ultimo romanzo non richiesto. Come la collega in Margutte Silvia Pio, si è accorto che di poesia non si mangia ma in un modo sciocco: tuttora ha problemi di stomaco dovuti all’abuso sconsiderato di un cocktail BIC A4. Ringrazia Ingresso Libero per avere avuto lo stesso atteggiamento di Margutte nei suoi confronti, dimostrando di non essere una rivista discriminatoria e/o di non conoscerlo affatto..

 

 

Antonella Celeste Buttelli

Nasce a Bologna, in via Andrea Costa e da venticinque anni si è trasferita in provincia, verso le colline imolesi. Ha frequentato il Liceo Artistico di Bologna e in seguito ha conseguito la Laurea in Architettura all’Università di Firenze, all’età di 23 anni. Poco dopo si è dedicata alla libera professione lavorando anche presso studi di Bologna e collaborando con altri professionisti per più di una decina d’anni.

Poi improvvisamente l’amore per l’insegnamento e soprattutto per i ragazzini con problemi relazionali, l’hanno portata a dedicarsi per tre anni allo studio specifico del metodo Braille per non vedenti. Attualmente insegna Arte e Immagine presso la scuola media “F.lli Pizzigotti” di Castel San Pietro Terme. Dipinge e scrive da sempre e si dedica a queste attività con entusiasmo, cercando di avere, nella vita quotidiana, uno spazio personale nel quale realizzare e portare a compimento ciò che risiede nel proprio animo, realizzandolo sia con i colori che con la penna. Scrive brevi racconti, poesie e romanzi, ma soltanto di recente ha pensato di partecipare a concorsi poetici e letterari, ottenendo alcune pubblicazioni collettive. Ha pubblicato come e-book un romanzo dal titolo “La memoria del vento”. Per passione e per diletto suona il violoncello.

 

 

Olimpia Primucci

L'inizio della storia è che fu amore a prima vista tra me e 12 matite colorate che profumavano di legno, le portavo ovunque andassi, poi sono cresciuta e quei sogni li ho chiusi in un cassetto. Nata e cresciuta a Roma, durante gli anni del liceo linguistico, frequentavo anche clandestinamente alcune lezioni di laboratorio del liceo artistico dirimpettaio, conosciuta quindi da entrambi i presidi degli istituti che per quanto facessero non riuscivano ad arginare la mia passione per l'arte. Un lavoro serio mi ha presa in ostaggio per alcuni anni, perché inseguire sogni e arte sembrava un'utopia in un mondo che andava sempre di fretta, tra pratiche da svolgere, traffico e centri commerciali.

Fino a quando decisi di cambiare radicalmente la mia vita, tornando là dove avrei trovato le mie radici, in un paesino nel quale s'intrecciano perfino i pensieri delle poche persone che ancora ci abitano, nel cuore dell'Appennino marchigiano tra Macerata ed Ancona. Fu così che rimettendo in ordine nell'armadio della mia vita, tra polvere, lacrime, risate dimenticate, ho ritrovato quella vecchia scatola di latta. Il profumo era lo stesso, avevano aspettato per così tanto tempo, con pazienza che tornassi e mi hanno tirato fuori da quell'ordine costringendomi per il resto della vita in un luogo di assoluta serenità. I miei lavori raccontano storie fantastiche, fantastica è la relazione tra immaginazione e realtà, tra parole e disegni.

 

 

Arturo Lattuneddu

Nato a Forlì nel 1955 dove ha sempre vissuto apprezzandone la tranquillità, la posizione e la cordialità delle persone. Grande famiglia allargata a molti zii e cugini.

Padre sardo, ex carabiniere, impiegato all'Enel, democristiano; madre romagnola, farmacista, repubblicana; un fratello minore con cui sono sempre andato d'accordo. Asilo ed elementari dalle suore con frequenza in parrocchia e trafila lupetti - scout. Scuola media Giorgina Saffi e ginnastica artistica. Liceo scientifico ed atletica, mezzofondo.

Laurea in Medicina e Chirurgia presso Alma Mater Studiorum - Università di Bologna e biliardo, cinema, nuoto. Ottimo studente e viaggi estivi in Europa, da solo e in compagnia, autostop e Inter-Rail. Discreto inglese esperanto. Posto assicurato in Farmacia, ma scelta diversa e, dopo periodo di guardie mediche, assunzione in Chirurgia, Ospedale di Forlì, a 1 km da casa. Ancora viaggi anche con avventure nel mondo.

Molto mare, Riviera Romagnola e Sardegna, e poi, finalmente, la scoperta delle Dolomiti, prima con la parrocchia e poi con gli zii. Escursioni a piedi, ferrate, funghi e pesca.

Nicoletta, il destino, una scelta ponderata. Figli tardi - non venivano - ma goduti e godevoli, perchè ancora tutti insieme, abbastanza. Soddisfazioni al lavoro e viaggi per imparare, soprattutto Svezia e Inghilterra. Ora responsabilità, consapevolezza, maturità, ma inizio conto alla rovescia per lasciare. Pochi, ottimi amici.

Storie da raccontare che affiorano a tratti e la speranza di saperle scrivere.

 

 

Cecilia Micchinelli

Nata a Imola il 6 Novembre del 2001 frequenta la scuola secondaria di primo grado Innocenzo da Imola.

Da sempre appassionata dallo scrivere, è stimolata dalla realtà degli avvenimenti odierni come anche capace di perdersi nella propria immaginazione. Amante della lettura, i suoi generi letterari preferiti sono il thriller e il fantasy. Le sue principali passioni sono il disegno, lo sport, lo skateboarding e la musica. Prende parte al coro gospel imolese.

Le sue ambizioni per il futuro sono molteplici; in primo luogo viaggiare, scoprire ogni angolo del pianeta e scrivere di ciò che vede influenzata dalle diverse culture. Nell’ ambito scolastico desidera studiare design e architettura per diventare interior designer senza mai comunque tralasciare le sue passioni. Determinata a raggiungere i suoi obbiettivi confida nel proprio miglioramento futuro, perché come afferma ha ancora molto da imparare.

 

 

Linda Smeraldi

Ha sempre fatto dell’arte una forma di espressione, lavorando come restauratrice, con la sua passione per la danza che l’ha portata poi anche a insegnarla e ad aprire una sua scuola.

La scrittura e il mettere su carta le sue emozioni profonde e la sua anima, hanno sempre fatto da contorno, fino a diventare un elemento primario del suo essere. Dopo aver raccolto molta vita in narrazione e poesia, ha deciso di aprire un suo blog, dove ha raccolto anni di vita danzata e amata con anima vera e piena di cicatrici.

Il suo blog è iostinataecontraria.blogspot.it

 

 

Luca Mastrocola

È nato a Bologna nel 1990 ed, all’età di dieci anni, si è trasferito in provincia di Teramo con la famiglia. Nel Novembre del 2012 si è laureato in Lettere Moderne all’Università di Bologna con una tesi che indagava il rapporto tra anziani e migranti nei romanzi di Marco Lodoli ed Emilio Tadini.

Da sempre appassionato di lettura e di scrittura (anche grazie alla mamma che da piccolissimo gli leggeva l’Iliade e l’Odissea) ha pubblicato il suo primo racconto sul quotidianoIl Centro” ancora diciottenne. Nella terza edizione del premio Rai La Giara è stato selezionato tra i due finalisti della sua regione con il romanzo “Racconta dall’inizio”.

Qual è il suo sogno? Naturalmente fare lo scrittore.

 

Ettore Zanca

Scrittore, giornalista on-line, autore del libro “Vent’anni” (edizioni Coppola), raccolta di testimonianze per ricordare Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Collabora con le testate on-line Il Gabbiano News, Informazione Libera e La Valle dei Templi. Vincitore del premio letterario “Fame di Parole 2012”, “Convivio 2010” e “Gesti e parole di legalità 2012”.

Ha scritto i racconti “Zisa Football club” per Cartacanta edizioni, “Zupì e gli infedeli”, la favola di Don Pino Puglisi, per Coppola editore, “Polvere” per La Montegrappa e “Meglio essere Peter Parker” per la SIPSeC.

Il suo blog narrativo e d’informazione è: beneficiodinventario.blogspot.it.

 

Carla Sermasi Calvi

Nata nel 1964 a Castel San Pietro Terme. Insegnante, si occupa di educazione e di organizzazione scolastica. Ha vinto o si è qualificata in passato in alcuni concorsi letterari.

Con Supporti Grafici edizioni (BO) ha pubblicato “Tilia cordata” (piccolo romanzo storico ISBN 9788890498503) e “Girandola mancina” (raccolta di poesie ISBN 9788890498527).

Con Incontri editore (MO) ha pubblicato, insieme allo scrittore Luca Martini, “L’amore spaccato” (racconti teatrali ISBN 9788896855409).

Scrive per il piacere di farlo, si considera un po' discepola di Paolo Bassi per aver condiviso con lui alcuni anni di passione per lo scrivere. Talvolta collabora all’organizzazione di eventi/caffè letterari o svolge letture interpretative.

 

 

Massimo Padua

È nato a Ravenna nel 1972. Ha pubblicato “La luce blu delle margherite” (Fernandel, 2005 - Premio Opera Prima Città di Ravenna), “L’eco delle conchiglie di vetro” (Bacchilega, 2008 - Premio Tammorra d’Argento), “L’ipotetica assenza delle ombre” (Voras, 2009 - Premio Perelà), e la raccolta di racconti “Si sta facendo buio” (Voras, 2011). È presente in numerose antologie, tra cui “Racconti nella rete” (Nottetempo, 2008) e “Io mi ricordo” (Einaudi, 2009).

Il suo ultimo romanzo è “A un passo dalla luna piena” (Fernandel, 2014).

 

 

Angelo Sarti

Nato a Bologna nel 1965, attualmente vive a Castel San Pietro Terme (BO). Ha incontrato la lettura molto presto, all'età di sei anni, sfogliando le pagine dell'enciclopedia per ragazzi “Conoscere”. E come molti ex ragazzini degli anni '70 ne conserva ancora un piacevole ricordo. Nel tempo ha sviluppato l'interesse per la lettura, interessandosi non solo di narrativa ma anche di saggistica (in particolare storia antica e medioevale).

Nella cerchia degli autori preferiti va sicuramente menzionato Ernest Hemingway. Laureatosi in Agraria a Bologna, ha fatto della passione per la campagna e l'agricoltura il proprio lavoro, divenendo un tecnico sperimentatore. Con la compagna Donatella condivide l'amore per la montagna, la natura e diversi sogni e progetti. L'interesse per la scrittura è nato in tempi relativamente recenti, in seguito alla frequentazione di un corso di scrittura creativa. Condivide questo piacere con il gruppo di amici di Cassiopea Officina di Scrittura di Castel San Pietro Terme. Ha partecipato a diversi concorsi di scrittura, ottenendo in alcuni casi incoraggianti risultati. Al momento continua a leggere e, tempo permettendo, a scrivere.

 

 

Paola Giannelli

Pugliese d’origine, milanese d’adozione, mamma, moglie e blogger, ho sviluppato il mio percorso professionale all’insegna della curiosità e delle nuove opportunità. Ho iniziato la mia carriera come ricercatrice economica nel settore dell’economia agroalimentare presso il centro studiNomisma“, subito dopo il conseguimento del master in “International Business Administration” negli Stati Uniti, per poi approdare alla consulenza direzionale di tipo strategico. Sono ora consulente indipendente, specialista in internazionalizzazione delle imprese del “Made in Italy” sui mercati esteri, asiatici in particolar in particolar modo, ed annovero un passato da globe trotter per necessità (dagli Stati Uniti, Brasile e Argentina, alla maggior parte dei Paesi del Sud-Est Asiatico, passando per l’Europa).

Precocemente attratta dalla scrittura che mi ha portata a buttare giù appunti sui supporti più disparati (dagli scontrini del supermercato, ai sacchetti del pane, al palmo delle mani) negli ultimi anni ho sviluppato una seconda focalizzazione professionale partita con l’adesione al progetto della “Rivista Intelligente”; direttore responsabile è Claudio Petruccioli e la direzione artistica è affidata a Giovanna Nuvoletti. E’ un web magazine caratterizzato da una modalità di scrittura che segue i ritmi e i tempi del web e le modalità di diffusione dei social network. Sono redattrice, responsabile delle relazioni esterne e presidente dell’associazione collegata.

 

 

 

Mirco Mungari

È nato in Calabria nel 1982. Di professione archeologo classicista, affianca da decenni all'antichistica l'attività di musicista e ricercatore nel campo della musica etnica. Avvicinatosi alla letteratura, con particolare attenzione alla poesia, in età giovanile, ha tentato i primi esperimenti creativi durante gli anni universitari. Coltiva altresì una erudita passione per la letteratura di argomento suinofilo, dedicandosi allo studio della poesia di soggetto suinico dal Medioevo all'età contemporanea, e divulgando tale scibile in programmi radiofonici, seminari e, di recente, tramite la sua opera prima (“De Suina Inmolatione”, ed. Delirium).

In ambito di maggior serietà, si dedica da diversi anni alla sperimentazione delle contaminazioni tra parola poetica e suono, attraverso il progettoMousikè Techne” in collaborazione con Rossella Renzi. In parallelo collabora come ricercatore e compositore con “LatinoBalcanica Ensemble”, trio di voci femminili con spiccata vocazione per il repertorio tradizionale mediterraneo e la musica contemporanea, per il quale ha composto diversi brani e con cui collabora costantemente come strumentista. Collabora attivamente a diversi progetti radiofonici e teatrali, in particolare come musicista di scena e attore nel teatro per ragazzi; è compositore e musicista di scena della compagniaTeatro Poesia” di Silvana Strocchi e della compagniaKizè Teatro” di Fabiana Giordano. Collabora come consulente scientifico al progetto europeo “EMAP” sugli strumenti musicali antichi.

 

 

 

Diana Debord

Sono nata a Novara nel 1984. Mi sono avvicinata alla fotografia nel 2008 come autodidatta, sperimentando con la pellicola e poi con il digitale. Presto ho scoperto che per me la fotografia poteva diventare un mezzo utile per rappresentare le mie visioni, e da qui l'interesse per la fine art: preparo minuziosamente ogni scatto perché sia il più vicino possibile a ciò che ho in mente.

I simboli sono tra i miei ingredienti principali perché vorrei che le fotografie si aprissero a varie interpretazioni, che sta allo spettatore decifrare, proprio come avviene nei sogni. Ho da poco avviato il mio primo workshop di fotografia fine art nel quale condivido il mio processo creativo e alcuni segreti che utilizzo nella foto manipolazione.

http://www.dianadebord.com/

 

 

 

Giusi Marchetta

È nata nel 1982. Da Napoli si è trasferita a Torino dove insegna. Ha pubblicato le raccolte di racconti “Dai un bacio a chi vuoi tu” (Terre di mezzo), con la quale nel 2007 ha vinto il PremioCalvino”, e “Napoli ore 11” (Terre di mezzo, 2009). Nel 2011 esce per Rizzoli il suo primo romanzo, “L’iguana non vuole”.

 

 

 

Germana Fabiano

Vero nome Favognano. È nata a Palermo nel Febbraio del 1971, sotto il segno dell'Acquario. Nel 2009 un suo racconto vince il premio internazionaleColonna d’Eroma”. Nello stesso anno esce il suo romanzo d’esordio, “Balarm”, per la casa editrice Robin. Del 2010 è la raccolta di raccontiLa Luna Contro” e del 2011 il romanzoIn Nome di Dio e per Mano del Diavolo”. Ha tenuto diverse letture e presentazioni a Palermo, Catania, Roma ed in altre città, al “Maggio dei Libri” de L’Aquila, al “Festival Internazionale del Libro” di Tübingen ed al “Noir Festival” di Perugia 2012.

Recensioni dei suoi libri sono apparse su “D di Repubblica”, “La Sicilia”, “Il Sole 24 Ore”, “La Repubblica”, e la “Gazzetta del Sud”. Nel 2011 è stata ospite del programma di Radio TreFahrenheit”. Dell'ottobre 2012 è la raccoltaRacconti Bonsai”.

http://ageofacquarius.wix.com/germanafabiano

 

 

 

Antonella Cilento

È nata nel 1970 a Napoli dove vive e insegna scrittura creativa dal 1993. Nel 1998 è stata finalista del premioCalvino” ed ha vinto il premioPier Vittorio Tondelli” nel 1999. Ha scritto numerosi testi per il teatro, racconti su riviste ed antologie ed il libro di raccontiIl Cielo Capovolto”. E’ stata segnalata dal premioCalvino” 1997 per il romanzo inedito “Ora d'Aria” ed ha vinto il premioPier Vittorio Tondelli” con la sua tesi di laurea. Il suo ultimo libro “Lisario, o il piacere infinito delle donne” è entrato nella cinquina del premioStrega”.

Un suo manuale dedicato alla scrittura creativa (“Scrivere. Guida ai Mondi della Parola Scritta”, scritto in collaborazione con A. Piedimonte) è stato pubblicato da “Simone Editore” nel 2000. Ha ideato e conduce il laboratorio di scrittura creativaLalineascritta” dal 1993 presso associazioni, librerie, scuole di ogni ordine e grado, forma insegnanti e studenti in tutt’Italia e dirige con Giovanni Accardo la scuolaLe Scimmie” presso l’UPAD di Bolzano. Ha scritto numerosi testi per il teatro e cortometraggi per Mario Martone e Sandro Dionisio. Coordina il progettoSudCreativo”, ha realizzato convegni su Pier Vittorio Tondelli e la scrittura creativa nel Sud Italia, rassegne di autori contemporanei ed è responsabile del portale www.lalineascritta.it con il quale conduce programmi di formazione e laboratori on-line.

 

 

 

Paolo Cognetti

È nato a Milano nel 1978. Oltre che per la montagna, ha un grande amore per la letteratura americana, su cui ha girato documentari (la serie “Scrivere/New York”) e scritto un libro di viaggio (“New York è una Finestra Senza Tende”, Laterza 2010). Le sue opere di narrativa, tutte pubblicate da Minimum Fax, sono:

Manuale per Ragazze di Successo” (2004), “Una Cosa Piccola che Sta per Esplodere” (2007), “Sofia si Veste Sempre di Nero” (2012).

Vincitore del premioFucini” e del premioSettembrini”, selezionato al premioChiara” ed al premioStrega”, racconta di libri, montagna, America e scrittura nel suo blog (paolocognetti.blogspot.com).

 

 

 

Cynthia Collu

È nata a Milano, dove vive e lavora. Ha frequentato l’accademia serale di Brera, fatto mostre personali e collettive, insegnato lingue presso un Istituto Professionale, seguito un corso quadriennale di teatro con Claudio Orlandini, direttore artistico della compagnia teatrale e scuola di teatro “Quelli di Grock”.

Finalmente ha deciso cosa diventare da grande ed ha ripreso a scrivere. Nel 2007 ha vinto il premio letterarioArturo Loria” e nel 2008 il “Castelfiorentino”. Suoi racconti sono stati pubblicati in antologie (“Fiocco Rosa”, Fernandel; “La Morte Nuda”, Galaad) e riviste (Linus, “L’Accalappiacani”). Un suo racconto lungo “La Guerra di Beba” è stato pubblicato da Senzapatria editore nel 2011. Il suo primo romanzoUna Bambina Sbagliata”, Mondadori, è uscito nel 2009, e nel 2010 ha vinto il premio letterarioGiuseppe Berto Opera Prima”. Il suo prossimo libro uscirà sempre per Mondadori nei primi mesi del 2015.

 

 

 

Gianluca Morozzi

È nato a Bologna nel 1971. Esordisce nel 2001 con il romanzo “Despero edito da Fernandel e raggiunge la notorietà tre anni più tardi con il thriller claustrofobico “Blackout, dal quale è stato tratto un film per la regia del messicano Rigoberto Castañeda. La sua scrittura vira dal noir più classico a testi di stampo autobiografico. Le sue passioni: l'arte del flirt, la musica, la fantascienza, i fumetti e la gloriosa maglia rossoblù del Bologna.

Tra i suoi lavori ricordiamo “L'Era del Porco”(2005), “L'Abisso” (2007), “Colui che gli Dei Vogliono Distruggere” (2009), “Cicatrici” (2010), “Chi non Muore” (2011) e “Bob Dylan Spiegato a una Fan di Madonna e dei Queen” (2011). L’ultimo libro uscito per Guanda è “Radiomorte” (2014).

 

 

 

Ilaria Grassetti

Sono nata il 15 ottobre del 1994 a Parma dopo aver studiato al Liceo Scientifico “G. Ulivi” ho compreso che l’ambito delle scienze non era il mio campo così ho deciso di intraprendere la strada verso l’università di studi filosofici con sede nella mia città. L’estate scorsa ho vinto il premio Facebook” in un concorso cittadino riguardante la stesura di un racconto

horror intitolato “L’Ossessione del Piacere”. A seguito di questa piccola vittoria ho allestito la paginaLa bambina di bianco vestita” su Facebook, dove pubblico a puntate un racconto. La passione per la scrittura è insita in me sin dalla più giovane età, racconti, poesie e articoli mi aiutano a sfogare le mie passioni, a scaricare le ansie e il nervosismo. Un piccolo sogno nel cassetto è quello di veder pubblicato qualcosa di mio, vederlo su un libro perché nulla è comparabile ha l’odore di un libro stampato. Prendo spunto, o meglio ispirazione da ogni cosa che leggo, la mia cultura spazia da Fitzgerald a Paolo Giordano, ogni informazione, notizia o argomento viene assimilato e nonostante la mia giovane età credo e con un po’ di presunzione dico, anzi scrivo, di essere in grado di trattare razionalmente anche argomenti che non sono avvezzi al mio periodo esistenziale.

Questo è tutto quello di biografico che posso dire, in diciannove anni di vita l’esperienza scarseggia ma la voglia di dire la mia no.

 

 

 

Basilio Milatos

Nasce e vive a Palermo, 44 anni, di origine greca. Figlio di due isole, la Sicilia e Cefalonia, non a caso è innamorato da sempre del mare. Formazione di stampo umanistico col liceo classico, poi Laurea in “Scienze Politiche” e Master in “Business Administration”, che non ne modificano per nulla l’anima essenzialmente volta alle parole più che ai numeri, agli “otia” più che ai “negotia”, per dirla coi Latini. Impiegato nel settore TLC, appassionato di

calcio, di politica (non di politici), di musica e di … parole, da leggere e quando possibile, per ispirazione e per tempo disponibile, da scrivere. Padre di tre splendide figlie (“la mia cosa, di gran lunga, migliore nella vita!”), ha collaborato con diverse testate giornalistiche, locali e nazionali, sia su carta stampata che on line. Da circa tre mesi ha messo in rete un blog amatoriale, www.cosedentroefuori.wordpress.com in cui prova a dare forma a pensieri e riflessioni su di se’ e sul mondo. Cose dentro e fuori, per l’appunto …

 

 

 

Salvatore Monetti

Nato a Montecorvino Rovella (SA) nel 1960, è diacono permanente dal 2004 nella diocesi di Salerno-Campagna-Acerno (SA). Coniugato, padre di due figli. Ha conseguito il Magistero in “Scienze Religiose” presso l’I.S.S.R. di Salerno e il Diploma in “Cultura Cristiana della Famiglia e dell’Educazione” presso l’Istituto di “Scienze Religiose” all’”Apollinare – Pontificia Università della Santa Croce di Roma”. In ambito educativo-pastorale si dedica alla formazione di catechisti, animatori, gruppi giovanili o di adulti per una formazione sul matrimonio e la famiglia. Collabora con medici, psicologi, avvocati, teologi, offrendo a chi desidera, attraverso la conoscenza del disegno di Dio ed il contributo offerto dalle Scienze

Umane, testimoniare il Vangelo sul posto di lavoro, nell’ambito della vita sociale, tra parenti, amici, conoscenti. Il suo tempo libero lo dedica completamente a fotografare e a scrivere.

Ha pubblicato: “Il Mio Cammino” (MJM Editore - 2011); “Il Tempo Donato” (Edizioni Paoline - 2012); “Frammenti dell’Anima” (Edizioni Galassiarte - 2013); “Il Cantico dei Cantici” (In pubblicazione).

Via Fiorignano, 14 - Battipaglia

Mobile: + 39-331.638.8578 - Facebook: www. facebook.com/salvamonetti - E-mail: salvamonetti@libero.it - Sito: www.salvatoremonetti.it, www.ildiacono.it, www.famiglia.it.

 

 

 

Luca Martini

Nato a Bologna nel 1971. Ha pubblicato negli anni tre raccolte di poesie, l'ultima nel 2006, dal titolo “Partitura Compiuta per Pensieri Distratti”, Giraldi. Alcuni suoi testi brevi sono stati pubblicati su riviste letterarie (“Toilet”, “Fernandel”, “Il Paradiso degli Orchi”, “Catrame Letterario”), mentre il racconto “Un Comunista” ha vinto il “Premio Arturo Loria 2008” per l'inedito, organizzato nell'ambito del “Festival del Racconto” di Carpi (Modena). Lo stesso ha dato il titolo all’antologia di racconti finalisti “Un Comunista ed Altri Racconti”, pubblicata dalla casa editrice “Marcos y Marcos” di Milano. Nel mese di Giugno del 2009 è uscita la sua prima raccolta di racconti, “La Geometria degli Inganni”, a cura della casa editrice “Voras”, con prefazione di Gianluca Morozzi.

 

 

 

Foto di Giacinto Olivieri

Silvana Sandri

Dottoressa in “Pedagogia ad Indirizzo Psicologico”, diplomata in “Vigilanza Scolastica” e Professional Counsellor; specializzata in “Educazione Familiare”, con formazione in “Gestalt e Art Therapy”, “Analisi Transazionale”, “Psicologia del Colore”, e “Tecniche Energetiche”. Insegnante nella “Scuola Primaria” e “Counsellor Formatore”, ha operato in

diverse realtà educative e scolastiche, promuovendo e coordinando iniziative per l’orientamento scolastico, la prevenzione del disagio e delle dipendenze, l’educazione alla salute e alla convivenza, la comunicazione nella scuola e nella famiglia; ha condotto per otto anni in equipe uno “Sportello d’Ascolto” per genitori, educatori e ragazzi. Si occupa di formazione e aggiornamento di insegnanti e di Counsellor, di educazione familiare e sostegno alla genitorialità; conduce gruppi per lo sviluppo del benessere della persona e la conoscenza di sé attraverso la creatività e i diversi linguaggi espressivi.

Curriculum in PDF

 

 

 

Franco Leonetti

Scrittore e giornalista di carta stampata, web e tv, nasce a Torino il 21 luglio 1965.

Due grandissime passioni su tutto: la musica e il calcio, divenute oggetto professionale.

Nel Febbraio 2008 viene pubblicato il suo primo romanzoLinea D’Ossigeno”, volume che suscita grande interesse e buonissimi riscontri nelle vendite. A distanza di quattro anni dalla primogenitura, vede la luce la raccolta di raccontiSei Note di Pentagramma”.

 

 

 

La Corte di Felsina

Via Santo Stefano, 53 - Bologna

Tel: 348.519.1504 - www.lacortedifelsina.it

E-mail: lacortedifelsina@gmail.com

La Corte di Felsina è un’associazione che si occupa di arte e cultura con particolare interesse per le mostre di pittura, scultura ed arti visive. Il nostro staff di volontari è composto da professionisti che si occupano di curare, allestire ed organizzare esposizioni per la promozione di artisti emergenti o comunque di alto livello qualitativo che desiderino avere uno spazio di visibilità gestito da personale competente ed interessato alla loro attività creativa, soprattutto per quanto concerne la divulgazione della loro opera. L’associazione si occupa inoltre di eventi, presentazione libri, conferenze che si possono realizzare all’interno di uno spazio di 70 mq, elegante ma informale, inserito in un accogliente contesto d’epoca in pieno centro storico a Bologna.

 

 

 

Libreria Atlantide

Via Mazzini, 93 - 40024 Castel San Pietro Terme (BO)

Tel/Fax: 051.695.1180

E-mail: atlantidelibri@atlantide-sdf.191.it

 

 

 

Erboristeria Camomilla

Via Matteotti 52-54 - 40024 Castel San Pietro Terme (BO)

Tel: 051.940.830

E-mail: info@camomilla.nu